Dovere di Giornalista

0
65
Se ti piace, condividi!

Non importa se giornalisti professionisti, pubblicisti o freelance. L’esperienza di un operatore in materia deve soprattutto attenersi al vademecum del giornalista contenente le leggi, le carte e le regole di quello che, a detta delle sopra citate categorie, viene definito il più bel mestiere del mondo

Porre perciò un’accurata attenzione all’etica e alla deontologia professionale non guasta mai.

L’ormai incurabile crisi della carta stampata fa eco a sempre più grandi dissapori editoriali. Non si tratta più soltanto di evoluzione del  web e dei blogger che impongono linguaggi strutturali differenti, ma soprattutto di una forte e giusta evoluzione dei social media.

Tutto questo non deve scoraggiare né il soggetto  più inesperto né tanto meno distrarre chi, di questa professione, ne ha fatto un indelebile credo.

notizbblock-359780_1280Anche se la figura del Reporter tende sempre più a svanire, anche se gli Inviati speciali sono sempre meno, il vero giornalista resta colui che, oltre a tener presenti le normative in materia, osserva qualsiasi azione con i propri occhi e con il proprio taccuino in mano. Avere perciò sempre con sé un semplice blocchetto di appunti ed una penna a sfera aiutano molto perché, in qualsiasi momento della giornata, si può buttare giù una frase, un pensiero o un’idea importanti per quello che devi scrivere oggi ma che magari può esserti utile domani o fra una settimana. Spesso capita che usare le applicazioni di un moderno smartphone ti fa perdere il carpe diem ed il tutto svanisce nei meandri più reconditi del tuo cervello.

Il taccuino resta così il vero strumento del giornalista. Puoi svegliarti la notte e buttare giù un pensiero, ma solo se tieni accuratamente sul comodino un foglio di carta e una biro. Puoi incollare al parabrezza dell’auto un’accozzaglia di foglietti. Puoi avere la più totale confusione nella tua borsa, ma almeno un qualcosa su cui scrivere da qualche parte lo devi avere.

Ma per essere un vero giornalista tutto questo non è ancora sufficiente.

Nell’era multimediale, dove tutto è a portata di mano, dove con un semplice click vai dove vuoi, guardare gli eventi con i tuoi occhi ha un prezzo spesso pesante, di grosso sacrificio ma un valore aggiunto inestimabile. Meglio una serie di levatacce notturne per recarsi sul luogo del delitto o del disastro che la comoda conferenza stampa in Questura del giorno dopo. Così facendo sarai sicuro che il riscontro da parte del Direttore Responsabile avrà una garanzia di sicuro successo e una valenza doppia.

Guardare, vedere, scrutare con i tuoi occhi e con la tua mente per poi scrivere il pezzo non potrà che rendere il tuo lavoro unico ed irripetibile. Se poi ci aggiungi la giusta dose di sensibilità ed emozione avrai compiuto il tuo dovere di Giornalista Vero.

Cosa ne pensi?

Commenti

Se ti piace, condividi!